Oggetto della partita

Il Baseball è un gioco che si svolge tra due squadre di nove giocatori ciascuna, sotto la direzione di un manager, giocato secondo le norme di questo regolamento su un campo recintato, sotto la giurisdizione di uno o più arbitri.      

1.02
Scopo di ogni squadra è quello di vincere segnando più punti della squadra avversaria.

1.03
Vincente della partita sarà quella squadra che in conformità con questo regolamento, avrà segnato il maggior numero di punti al termine di una partita regolamentare.

1.04
IL CAMPO DI GIOCO.
Il campo interno è un quadrato di m. 27,43 di lato. Il campo esterno è l'area delimitata e compresa tra le due linee foul, risultanti dal prolungamento di due lati del quadrato, come risulta dal grafico n. 1. La distanza della casa base dal recinto, tribuna od altro ostacolo più vicino in territorio buono non dovrà essere inferiore a m. 76,20, è però preferibile una distanza di m. 121 o più all'esterno centro e m. 98 o più lungo le linee foul. Il campo interno deve essere predisposto in modo che le corsie ed il piatto di casa base si trovino allo stesso livello. La pedana del lanciatore dovrà risultare sopraelevata di m. 0,25 rispetto al livello del piatto di casa base, l'andamento della pendenza, dalla linea che dista m. 0,15 dal lato frontale della pedana del lanciatore sino alla distanza di m. 1,83 dal lato medesimo nella direzione di casa base, dovrà essere di cm. 1 ogni 12 cm.; l'andamento della pendenza deve essere uniforme. Il campo interno ed il campo esterno, comprese le linee di demarcazione, sono territorio buono e tutta l'altra zona è territorio foul.
È preferibile che la diagonale che congiunge casa base con la seconda base, passante per la pedana del lanciatore, abbia un orientamento est-nord-est. Si raccomanda che la distanza tra la casa base e la rete d'arresto e quella tra le linee delle basi ed il recinto, tribune od altro ostacolo più vicino in territorio foul sia di m. 18,25 o più .
Quando la posizione della casa base è stabilita, misurare m. 38,80 nella direzione desiderata per determinare la posizione della seconda base. Da casa base misurare m. 27,43 verso la prima base; dalla seconda base misurare m. 27,43 verso la prima base: il punto d'incontro di queste due rette determina la posizione della prima base. Da casa base misurare m. 27,43 verso la terza base; dalla seconda base misurare m. 27,43 verso la terza base: il punto di incontro di queste rette determina la posizione della terza base. La distanza tra la prima e la terza base è di m. 38,80. Tutte le misure da casa base debbono essere prese dal punto nel quale si intersecano le rette della prima e della terza base.
Il box del ricevitore, i box dei battitori, i box dei suggeritori, la corsia del corridore lungo la linea della prima base ed i box dei prossimi battitori debbono essere segnati come indicato dai grafici allegati.
Le linee del foul e tutte le altre linee di gioco, indicate nei grafici con una linea in grassetto, debbono essere segnate con calce spenta bagnata, gesso o altra sostanza bianca.
Le dimensioni e le linee che demarcano le zone d'erba, indicate nel grafico sono adottate in diversi campi ma non sono obbligatorie ed ogni società potrà stabilire la grandezza e la forma delle zone d'erba e di terra battuta del proprio campo di gioco.
NOTA:
Ogni campo di gioco costruito da un Club professionistico dopo il 10 giugno 1958 dovrà avere una distanza minima di 99 metri da casa base alla più vicina recinzione, tribuna o ostacolo sulle linee di foul destra e sinistra e una distanza minima di 122 metri alla recinzione centrale del campo
Nessun campo di gioco esistente pur essere modificato dopo il 10 giugno 1958 in modo da ridurre la distanza da casa base ai pali di foul e alla recinzione centrale al disotto dei minimi specificati nel paragrafo a) precedente

1.04
IL CAMPO DI GIOCO.
Il campo deve essere segnato secondo le istruzioni che seguono e l'ausilio dei grafici nn. 1 e 2 allegati.
Il campo interno è un quadrato di m. 18,29 di lato.
Il campo esterno è l'area compresa tra le due linee di foul determinate dal prolungamento di due lati del quadrato così come indicato nel disegno n. 1.
La distanza della casa base alla recinzione più vicina, o altro ostacolo in territorio buono, deve essere di almeno m. 60,96. Si raccomanda di osservare una distanza di almeno m. 60,96, lungo le linee di foul ed all'esterno-centro misurate lungo l'asse centrale del campo.
Il campo interno deve essere livellato in modo che le linee di foul e la casa base siano su uno stesso piano.
La pedana del lanciatore dovrà essere sopraelevata di cm. 15,24 rispetto al livello della casa base.
Il campo interno e quello esterno, comprese le linee del foul, sono "territorio buono", mentre la restante superficie è "territorio foul".
È opportuno che l'asse del campo cioè la linea casa base-pedana di lancio-seconda base, sia orientata secondo EST-NORD-EST.
Si raccomanda che la distanza dalla casa base al "back-stop" (barriera d'arresto) e dalle linee di foul alla più vicina recinzione, tribuna od ostacolo in territorio foul, sia di almeno m. 7,62 (vedere grafico 1).
Una volta stabilita la posizione della casa base, si misurino, con un metro d'acciaio m. 25,61 nella direzione in cui si vuol porre la seconda base. Dalla casa base, si misurino m. 18,29 verso la prima base; dalla seconda base si misurino m. 18,29 verso la prima base: l'intersezione di queste linee stabilisce la posizione della prima base.
Da casa base, si misurino m. 18,29 verso la terza base; dalla seconda base si misurino m. 18,29 verso la terza base, l'intersezione di queste linee stabilisce la posizione della terza base.
La distanza fra la prima e la terza base è di m. 25,61. Tutte le misure dalla casa base devono essere prese dal punto di intersezione tra le linee della prima e della terza base.
Il box del ricevitore, quelli dei battitori e quelli dei suggeritori, la corsia del corridore lungo la linea della prima base ed i box dei prossimi battitori devono corrispondere a quanto indicato nei grafici nn. 1 e 2.

1.05
La Casa Base è contrassegnata da una lastra pentagonale di gomma bianca avente tre angoli di 90°, un lato di cm. 43,18 due lati di cm. 21,5 e due lati di cm. 30,48 (vedere grafico n. 2). Essa deve essere ben fissata con i suoi bordi superiori al livello del terreno, con la punta in corrispondenza dell'intersezione delle linee che uniscono la casa base alla prima e alla terza base e con i lati di cm. 30,48 combacianti con le linee stesse; il lato di cm. 43,18 risulta rivolto così verso la pedana del lanciatore. I bordi superiori della casa base debbono essere smussati.

1.06
La prima, seconda e terza base sono contrassegnate da sacchetti in tela bianca saldamente fissati al terreno, come indicato nel diagramma n. 2. I sacchetti di prima e terza base devono risultare interamente nel campo interno, mentre il sacchetto di seconda base deve essere fissato col suo centro nel punto di seconda base. I sacchetti di base sono di forma quadrata, con lato di cm. 38, di altezza non inferiore a cm. 7 e non superiore a cm. 13 ed imbottiti con materiale soffice.

1.07
La pedana del lanciatore è costituita da una lastra rettangolare di gomma bianca di cm. 60x15. Essa deve essere assicurata al terreno come indicato nel grafico n. 2; la distanza tra la punta del piatto di casa base e l'orlo frontale della pedana del lanciatore deve risultare di m. 18,44.

1.08
La squadra ospitante deve fornire le panchine per i giocatori, una per la squadra di casa ed una per la squadra ospitata. Le panchine debbono essere poste ad una distanza non inferiore a m. 8 dalle linee delle basi; debbono essere coperte e chiuse ai lati e posteriormente.

1.09
La palla deve essere una sfera formata da filo avvolto intorno ad un piccolo nocciolo di sughero, gomma o materiale simile, coperta con due pezzi di pelle bianca di cavallo o di vacca strettamente cuciti insieme. Deve pesare non meno di grammi 142 né più di grammi 149 ed avere una circonferenza non inferiore a cm. 22,9 e non superiore a cm. 23,5.

1.10
La mazza deve essere un bastone tondo e liscio di non più di cm. 7 di diametro nella parte più spessa e non più lungo di m. 1,06. La mazza deve essere formata da un solo pezzo di legno solido.
NOTA: Nessun'altra mazza può essere usata in partita fino a quando il fabbricante non abbia ottenuto l'approvazione del disegno o del metodo di fabbricazione dalla F.I.B.S.
Mazza incavata. È ammesso che la mazza presenti nella sua estremità un incavo della profondità massima di cm. 2,54. Tale incavo potrà avere diametro compreso tra un massimo di cm. 5,08 e minimo di cm. 2,54; l'incavo dovrà essere di superficie curva e senza alcuna aggiunta od applicazione di sostanze estranee.
Allo scopo di migliorare la presa, l'impugnatura della mazza può venire ricoperta o essere trattata con altro materiale o sostanza, per una lunghezza non superiore a cm. 46 misurati dal pomello. Qualunque materiale estraneo che si estenda oltre i 46 cm. comporterà la rimozione della mazza dalla partita.
NOTA: Se l'arbitro si accorge che la mazza non è conforme a quanto stabilito al punto (c) durante o dopo che la mazza è stata utilizzata ciò non costituirà motivo per l'eliminazione del battitore o della sua espulsione.
In incontri ufficiali non possono essere usate mazze colorate a meno che siano autorizzate dall'organo federale competente.

1.11
(1) Tutti i giocatori di una squadra debbono indossare divise identiche nel colore, aspetto e forma e inoltre ogni divisa dovrà portare sulla schiena un numero distintivo dell'altezza minima di cm. 15,5. (2) Qualunque parte esposta alla vista della maglia indossata sotto la casacca deve essere di colore unico, unito ed uniforme per tutti i giocatori della squadra. Eccetto il lanciatore, tutti i giocatori possono avere numeri, lettere ed insegne attaccate alla manica della maglia indossata sotto la casacca. (3) Al giocatore la cui divisa non sia conforme a quella dei suoi compagni di squadra, non sarà permesso di partecipare alla gara.
La F.I.B.S. può stabilire (1) che ciascuna squadra indossi sempre una sua propria caratteristica divisa; oppure (2) che ciascuna squadra faccia uso di due mute di divise, una bianca per le partile in casa ed una di diverso colore per le partite fuori casa
(1) La lunghezza delle maniche può variare da giocatore a giocatore; ma le maniche di ogni singolo giocatore dovranno avere approssimativamente la stessa lunghezza. (2) Nessun giocatore potrà indossare una divisa che abbia le maniche lacerate, stracciate, sfilacciate o sfrangiate.
Nessun giocatore può applicare alla sua divisa nastro adesivo o altro materiale di colore diverso dalla divisa stessa.
Stemmi o disegni imitanti la forma della palla non possono essere applicati sulla divisa.
Bottoni di vetro o di metallo lucido non possono essere applicati sulla divisa.
Nessun giocatore può applicare al tacco o alla pianta delle scarpe qualcosa di diverso dai normali "spikes" o dal puntale. Non saranno ammesse scarpe con spikes appuntiti simili a quelle del golf o dell'atletica.
Nessuna parte della divisa dovrà contenere stemmi o simboli relativi a sigle commerciali.
La F.I.B.S. può autorizzare che le divise dei membri delle squadre abbiano riportato sul retro delle casacche, il cognome del giocatore. Nessun altro nome ad eccezione del cognome dei giocatori potrà essere approvato. Se ciò verrà stabilito, tutte le divise di tutti i componenti della squadra dovranno contenere il cognome dei giocatori.

1.12
Il ricevitore può usare un guanto o una manopola di pelle di circonferenza non maggiore di cm. 87 e non più lungo, dalla punta alla base, di cm. 39.
Tali limiti debbono includere ogni allacciatura e qualsiasi striscia di pelle, o membrana, attaccata all'orlo esterno della manopola.
Lo spazio tra la sezione del pollice e la sezione delle dita della manopola non deve superare i cm. 15 alla cima della manopola ed i cm. 18 alla base dell'inforcatura del pollice.
La membrana interdigitale, o allacciatura, della manopola deve misurare non più di cm. 18 lungo la sommità o non più di cm 15 dalla sommità alla base dell'inforcatura del pollice.
La membrana può essere costituita da semplici lacci o da un'allacciatura di passanti in pelle ovvero da un pezzo centrale di pelle che può essere un'estensione del palmo, congiunto alla manopola con lacci e costruito in modo da non superare le suddette misure.

1.13
La prima base può usare un guanto o manopola di pelle non più lungo di cm. 30 dalla punta alla base e non più largo di cm. 20 misurati dalla base dell'inforcatura del pollice all'orlo esterno del guanto attraverso il palmo. Lo spazio tra la sezione del pollice e la sezione delle dita non deve superare i cm. 10 alla cima e i cm. 9 alla base dell'inforcatura.
La manopola deve essere costruita in modo che questo spazio sia permanentemente fisso e non possa essere ingrandito, esteso, allargato o approfondito dall'uso di qualsiasi materiale o accorgimento.
La membrana interdigitale, o allacciatura della manopola, deve misurare non più di cm. 12 dalla sua sommità alla base dell'inforcatura. La membrana pur essere costituita da semplici lacci o da una allacciatura di passanti di pelle, oppure da un pezzo centrale di pelle, che pur essere un prolungamento del palmo, congiunto alla manopola con lacci o costruito in modo da non superare le suddette misure.
Le allacciature non possono essere congegnate e rese più profonde per ricavare una specie di trappola a rete.
Il guanto pur essere di qualsiasi peso.

1.14
Ciascun giocatore, oltre al prima base ed al ricevitore pur usare un guanto di pelle. Le misure per determinare le dimensioni del guanto dovranno essere effettuate sulla parte frontale o sulla pelle che riceve la palla del guanto stesso. Lo strumento o nastro metrico dovrà essere collocato a contatto della superficie o della specifica parte da misurare, seguendone progressivamente tutti i contorni.
Il guanto non dovrà misurare più di cm 30,5 dal culmine di una qualsiasi delle quattro dita, attraverso il palmo fino alla estremità del bordo inferiore, o tallone, del guanto stesso.
Il guanto non dovrà risultare più largo di cm. 19,7 misurato dalla cucitura interna che si trova alla base dell'indice, attraverso la base delle altre dita, fino al bordo esterno del mignolo alla estremità del guanto.
Lo spazio o la zona tra il pollice e l'indice, detto inforcatura, pur essere completato con una allacciatura o con una membrana interdigitale.
La membrana pur essere costituita da due strati di normale pelle che chiudano completamente l'inforcatura oppure pur essere costituita da una serie di tubolari di pelle o da una serie di pannelli di pelle, o da una allacciatura di strisce di pelle.
La membrana non pur essere costituita da lacci avvolti o intrecciati in modo da formare una qualsiasi rete o trappola.
Nel caso in cui la membrana sia fatta in modo da coprire tutto lo spazio dell'inforcatura, la membrana stessa dovrà risultare flessibile.
Nel caso in cui essa sia costituita da una serie di sezioni queste ultime devono essere connesse tra di loro.
Tali sezioni non potranno essere costruite in modo da permettere una depressione derivante dalla curvatura dei lati della sezione stessa.
La membrana dovrà essere fatta in modo da permettere di controllare la misura dell'ampiezza della inforcatura: l'ampiezza della inforcatura dovrà misurare superiormente non più di cm. 11,4, in altezza non più di cm 14,6 e dovrà essere larga cm. 8,9 inferiormente.
L'ampiezza dell'inforcatura non potrà superare più di cm. 11,4 in qualunque punto al di sotto dell'estremità superiore.
La membrana dovrà essere ancorata lungo ciascun lato ed alle estremità superiore ed inferiore della inforcatura.
Le connessioni dovranno essere costituite da allacciature di pelle, tenendo presente che se tali connessioni si allungano o si allentano esse dovranno essere ripristinate nelle condizioni appropriate.
Il guanto può essere di qualunque peso.

1.15
Il guanto del lanciatore dovrà essere di colore uniforme anche nelle cuciture, nelle allacciature e nella membrana. Il guanto del lanciatore non può essere bianco o grigio.
Nessun lanciatore potrà applicare al proprio guanto un qualsiasi materiale estraneo di colore diverso dal guanto.

1.16
La F.I.B.S. ha adottato la seguente regola riguardante l'uso degli elmetti:
Tutti i giocatori dovranno indossare l'elmetto con il doppio paraorecchie mentre sono alla battuta.
Tutti i ricevitori dovranno portare un elmetto protettivo da ricevitore, mentre occupano la loro posizione.
Tutti i bat-boys o ragazze dovranno portare un elmetto protettivo quando svolgono le loro funzioni.
Se l'arbitro rileva una qualsiasi infrazione a questa regola farà in modo che venga eliminata questa irregolarità. Se l'irregolarità non viene eliminata in un tempo ragionevole, a giudizio dell'arbitro, I'arbitro espellerà il giocatore che ha commesso l'infrazione e, d raccomanda un appropriato provvedimento disciplinare.

1.16
La F.I.B.S. ha adottato le seguenti regole:
è obbligatorio l'uso dell'elmetto per il battitore, il prossimo battitore, tutti i corridori ed i suggeritori se non adulti Ciascun elmetto deve avere il doppio paraorecchie.
Tutti i giocatori debbono portare la conchiglia protettiva in metallo fibra o plastica.
I ricevitori debbono indossare la pettorinaŚmodello lungoŚcon collare di protezione, maschera con paragola, schinieri ed elmetto da ricevitore. I ricevitori debbono indossare una maschera con paragola e l'elmetto da ricevitore durante lĹallenamento, la gara e mentre riscaldano i lanciatori. Se l'arbitro rileva una qualsiasi infrazione a questa regola farà in modo che venga eliminata questa irregolarità. Se l'irregolarità non viene eliminata in un tempo ragionevole, a giudizio dell'arbitro, l'arbitro espellerà il giocatore che ha commesso l'infrazione e, d raccomanda un appropriato provvedimento disciplinare.

1.17
L'equipaggiamento di gioco, incluso ma non limitatamente a: basi pedana del lanciatore, palle da gioco, mazze, uniformi, guanto del ricevitore, guanto del prima base, guanti degli interni e degli esterni, elmetti protettivi ed ogni altro materiale descritto dalle norme di questo Regolamento, non dovrà contenere alcuna forma indebita di commercializzazione del prodotto.
L'identificazione apposta dal produttore di tali materiali deve essere di buon gusto quanto a dimensione e contenuto del simbolo del produttore o del marchio di fabbrica relativo a ciascun materiale.
NOTA: I produttori che intendano apportare modifiche innovative nell'equipaggiamento per il baseball delle leghe professionistiche devono sottoporre i propri progetti al Comitato Ufficiale del Regolamento Tecnico di gioco prima di avviare la produzione.