Il Lanciatore

8.00 Il lanciatore

8.01
LANCIO LEGALE DELLA PALLA. Vi sono due posizioni legali di lancio: la "Posizione di caricamento" e la "Posizione Fissa". L'una o l'altra posizione possono essere assunte in qualsiasi momento. I lanciatori devono ricevere i segnali dal ricevitore stando in pedana.
I lanciatori possono lasciare la pedana dopo aver preso i segnali ma non possono salire velocemente sulla pedana e lanciare. Questo può essere giudicato dall'arbitro un immediato lancio. Quando il lanciatore lascia la pedana deve lasciare cadere le braccia ai lati del corpo.
Ai lanciatori non sarà permesso lasciare la pedana dopo aver preso ciascun segnale.
La posizione di Caricamento. Il lanciatore deve prendere posizione rivolto al battitore; il piede di perno deve stare interamente sopra o davanti la pedana di lancio, a contatto con la medesima, e non sporgere lateralmente da essa. L'altro piede è libero. Da questa posizione, qualsiasi movimento naturalmente associato al passaggio della palla al battitore lo impegna all'esecuzione del lancio senza interruzione o alterazione. Egli non deve sollevare l'uno o l'altro piede dal terreno, con l'eccezione che, nell'effettivo passaggio della palla al battitore, può fare un passo indietro ed un passo avanti con il piede libero. Quando il lanciatore tiene la palla davanti a sé con entrambe le mani ed il piede di perno è interamente sopra o davanti la pedana di lancio, a contatto con la medesima, senza sporgere dalla stessa, e l'altro piede è libero, dovrà essere considerato in posizione di caricamento.
Il lanciatore può tenere il piede non di perno dietro il prolungamento ideale del bordo posteriore della pedana, alla distanza che desidera ma non oltre tale linea.
Con il suo piede "libero" il lanciatore può fare un passo indietro e in avanti ma in nessun caso in altre direzioni e cioè verso il lato della pedana verso prima base o terza base.
Se il lanciatore tiene la palla con entrambe le mani davanti al suo corpo, con il suo piede di perno interamente sopra, o davanti, toccando ma non oltre la fine della pedana, e l'altro piede libero, egli sarà considerato in posizione di caricamento.
Da questa posizione il lanciatore può:
lanciare la palla al battitore;
fare un passo e tirare ad una base nel tentativo di cogliere fuori un corridore;
uscire di pedana (se fa ci egli deve lasciar cadere le mani lungo i fianchi). Nell'uscire dalla pedana il lanciatore deve per primo fare un passo con il suo piede di perno e non con il piede "libero". Dalla posizione di caricamento non può passare alla posizione fissa. Se lo fa è un fallo (balk).
La Posizione Fissa. Prima di assumere la posizione fissa, il pitcher deve avere una mano lungo il fianco. La posizione fissa è assunta dal lanciatore quando prende posizione rivolto al battitore, con il piede di perno interamente sopra e parallelo alla pedana di lancio, o di fronte, parallelo e a contatto con la pedana di lancio. Il piede di perno deve stare sul terreno davanti alla pedana. Il lanciatore deve tenere la palla con ambo le mani di fronte al corpo e fare un unico completo e ben riconoscibile arresto prima di lanciare la palla. un arresto completo non può essere considerato come avvenuto a seguito di un cambio di direzione delle mani e della braccia. Da tale posizione fissa egli può lanciare la palla al battitore, tirare ad un base o scendere dalla pedane facendo un passo in dietro con il piede di perno. Prima di assumere la posizione fissa, il lanciatore può fare qualsiasi movimento naturale preliminare, come quello normalmente definito "stiramento", ma se lo fa egli deve assumere la posizione fissa prima di lanciare la palla al battitore.
Dopo aver assunto la posizione fissa, qualsiasi movimento naturalmente associato al passaggio della palla al battitore l'impegna all'esecuzione del lancio senza interruzione o alterazione.
Preliminari per assumere la posizione fissa: prima di arrivare in posizione fissa, il lanciatore deve avere una mano lungo il fianco; da questa posizione andrà nella sua posizione fissa come definito dalla regola 8.01 b) senza nessuna interruzione e con un movimento continuo.
L'intera larghezza del piede a contatto con la pedana deve essere sulla pedana. Un lanciatore non può lanciare dall'estremità della pedana con una parte del piede che sporga da uno dei lati della pedana.
A conclusione del suo movimento di stiramento il lanciatore deve: a) tenere la palla con entrambe le mani di fronte al corpo; b) giungere ad un completo e riconoscibile arresto, con entrambi i piedi in terra, questo deve essere imposto. Gli arbitri dovranno guardare ciò con molta attenzione e chiamare immediatamente un "balk" per ogni violazione.
La posizione fissa. La posizione fissa è assunta dal lanciatore quando prende posizione rivolto al battitore ed ha il piede di perno interamente sopra o davanti la pedana di lancio a contatto con la medesima, senza che sporga lateralmente da essa: l'altro piede deve stare davanti alla pedana; il lanciatore tiene la palla con ambo le mani di fronte al corpo. Da tale posizione fissa egli può lanciare la palla al battitore, tirare ad una base o scendere dalla pedana facendo un passo indiretto con il piede di perno. Prima di assumere la posizione fissa, il lanciatore può fare qualsiasi movimento naturale preliminare, come quello normalmente definito "stiramento", ma se lo fa egli deve assumere la posizione fissa prima di lanciare la palla al battitore.
NOTA: non è necessario che il lanciatore si fermi completamente dopo aver unito le mani davanti al corpo. Vedi regole 7.13.
Durante i movimenti preliminari, e finché la propria naturale sequenza di movimenti connessi al lancio non lo impegna ad eseguire il lancio stesso, il lanciatore può tirare a qualsiasi base, purché faccia un passo direttamente verso tale base prima di effettuare il tiro.
Il lanciatore deve fare il passo prima del tiro. Un tiro di scatto seguito dal passo in direzione della base è un fallo.
Un lancio illegale eseguito dal lanciatore con le basi non occupate deve essere chiamato "ball" a meno che il battitore raggiunga la prima base su battuta, errore, base su ball, battitore colpito o in altro modo.
Una palla che scivola dalla mano del lanciatore e attraversa la linea del foul sarà chiamata ball; altrimenti il lancio non sarà valido. Con uomini in base è fallo.
Il lanciatore diventa un interno se stacca il piede di perno dalla pedana di lancio facendo con tale piede un passo indietro. Se da tale posizione effettua un tiro pazzo, esso deve essere considerato come il tiro pazzo fatto da qualsiasi altro interno.
Mentre è fuori pedana il lanciatore può tirare a qualsiasi base. Se effettua un tiro pazzo, tale è il tiro di un difensore e le conseguenze sono quelle previste dalle regole che riguardano la palla tirata da un difensore.

8.02
Al lanciatore non sarà permesso:
portare la mano con cui lancia a contatto con la bocca o le labbra mentre egli si trova all'interno del cerchio di m. 5,50 (m. 3,04 di diametro nei ragazzi) di diametro che circonda la pedana di lancio.
ECCEZIONE: A condizione che entrambi i manager, siano d'accordo, l'arbitro, prima dell'inizio di una gara giocata con il freddo, può permettere al lanciatore di alitarsi sulla mano.
PENALITÀ: in caso di violazione di questa parte della presente regola l'arbitro deve immediatamente chiamare un ball. Tuttavia, qualora il lancio venga effettuato ed il battitore raggiunga la prima base per una battuta valida, un errore, per essere stato colpito o altrimenti, e nessun altro corridore viene eliminato prima che avanzi di almeno una base, il gioco proseguirà senza riferimento alla violazione. Coloro i quali ripetutamente contravvengono alla presente regola, saranno soggetti a provvedimenti disciplinari.
applicare alla palla sostanze estranee di qualsiasi specie;
sputare sulla palla, sulle mani o sul guanto;
strofinare la palla sul guanto, persona o vestiario;
sfigurare la palla in qualunque modo;
lanciare ciò che viene definito "palla lucida" (shine ball), "palla sputo" (spit ball), "palla infangata" (mud ball), o "palla smerigliata" (emery ball). Al lanciatore, naturalmente, è permesso soffregare la palla tra le mani nude.
PENALITÀ: in caso di violazione di qualunque parte di questa regola 8.02 a) -(punti dal 2 al 6 compreso) l'arbitro dovrà:
chiamare il lancio un ball, ammonire il lanciatore ed annunciare al pubblico, possibilmente tramite il sistema di diffusione, la ragione della decisione;
in caso di una seconda violazione nella stessa partita da parte dello stesso lanciatore, questi sarà espulso;
nel caso che alla violazione chiamata dall'arbitro, faccia seguito gioco, il manager della squadra in attacco ha la facoltà di informare l'arbitro capo che egli accetta il gioco, così come avvenuto. Tale accettazione dovrà essere manifestata immediatamente alla fine del gioco. Tuttavia, se il battitore raggiunge la prima base su battuta valida, errore, base su ball, battitore colpito o altrimenti, e se nessun altro corridore viene eliminato prima di essere avanzato di almeno una base, il gioco prosegue come se la violazione non abbia avuto luogo;
anche nel caso in cui la squadra in attacco decida di accettare il gioco, la violazione sarà riconosciuta e le penalità prescritte ai punti A) e B) dovranno essere applicate ugualmente.
l'arbitro sarà l'unico a giudicare se una qualunque parte della presente regola sia stata violata.
Tutti gli arbitri devono avere con sé il sacchetto ufficiale della resina. L'arbitro capo è responsabile della posa di tale sacchetto sul terreno, dietro la pedana del lanciatore. Se in qualunque momento la palla colpisce tale sacchetto, essa rimane in gioco. In caso di pioggia o quando il terreno è bagnato, l'arbitro può autorizzare il lanciatore a tenere il sacchetto nella tasca posteriore dei pantaloni. Il lanciatore può usare il sacchetto per applicare la resina sulla mano o sulle mani nude. Né il lanciatore né altri giocatori possono impolverare direttamente la palla con il sacchetto di resina, né possono applicare la resina dal sacchetto al guanto o impolverare con essa qualsiasi parte della divisa.
avere addosso od essere in possesso di una qualsiasi sostanza estranea. Per una tale infrazione della presente sezione b) la penalità dovrà essere la immediata espulsione dalla gara;
ritardare intenzionalmente la partita quando il battitore è in posizione, tirando la palla ad altro giocatore che non sia il ricevitore, se non allo scopo di tentare l'eliminazione di un corridore;
PENALITÀ: se, dopo l'avvertimento dell'arbitro, tale azione ritardatrice è ripetuta, il lanciatore sarà espulso dalla partita.
lanciare intenzionalmente addosso al battitore.
Se a giudizio dell'arbitro avviene una tale violazione, l'arbitro può decidere fra:
espellere il lanciatore, o il manager ed il lanciatore, dal gioco oppure,
ammonire il lanciatore ed il manager di entrambe le squadre che un ulteriore lancio del genere avrà come risultato l'immediata espulsione di quel lanciatore (o la sostituzione) e del manager.
A giudizio dell'arbitro, se le circostanze lo giustifichino, entrambe le squadre possono essere ufficialmente avvertite prima della partita e in qualsiasi momento della gara.
Lanciare alla testa del battitore è un gesto antisportivo e molto pericoloso. Questo gesto va condannato da chiunque. Gli arbitri dovranno agire senza esitazioni per far rispettare questa regola.

8.03
Al lanciatore che prende posizione all'inizio di ogni ripresa, o che rileva un altro lanciatore, sarà permesso di effettuare non più di otto lanci preparatori al suo ricevitore durante l'effettuazione dei quali il gioco deve essere sospeso. L'Organo Federale competente può di propria iniziativa limitare il numero dei lanci preparatori a meno di otto. Tali lanci non devono richiedere più di un minuto di tempo. Se un'improvvisa ragione di emergenza causasse l'immissione in partita di un lanciatore che non ha avuto alcuna opportunità di scaldarsi, l'arbitro capo consentirà che il lanciatore effettui il numero di lanci che l'arbitro stesso ritenga necessari.

8.04
Quando le basi non sono occupate, il lanciatore deve lanciare la palla al battitore entro venti secondi dopo averla ricevuta. L'arbitro deve chiamare un ball ogni qualvolta il lanciatore ritarda la partita violando questa regola.
Lo scopo di questa regola è di eliminare ogni ritardo ingiustificato. L'arbitro deve pretendere che il ricevitore restituisca prontamente la palla al lanciatore e che questi, altrettanto prontamente, prenda posizione su]la pedana. Ogni ovvio ritardo da parte del lanciatore deve essere immediatamente penalizzato dall'arbitro.

8.05
Se vi sono uno o più corridori in base è un fallo quando:
il lanciatore, mentre tocca la pedana, fa qualsiasi movimento naturalmente associato al lancio senza eseguire il lancio stesso;
Se un lanciatore destro o mancino ruota il suo piede libero oltre il lato posteriore della pedana è obbligato a lanciare al battitore a meno che non tiri in seconda in un gioco di pick-off.
il lanciatore, mentre tocca la pedana, finge un tiro in prima base, senza completare il tiro ;
il lanciatore, mentre tocca la pedana, non fa un passo direttamente verso una base prima di tirare a quella base ;
Al lanciatore si richiede , mentre tocca la pedana, di fare un passo direttamente verso la base prima di tirare su quella base. Se il lanciatore ruota o slancia il suo piede libero in avanti senza fare realmente un passo, o se gira il suo corpo e tira prima di aver effettuato il passo, è fallo (balk).
Un lanciatore deve fare un passo direttamente verso la base prima di tirarvi ma non deve necessariamente tirare (eccetto in prima base) solo perché ha fatto il passo. È possibile, per il lanciatore, con corridore in prima e terza base fare un passo verso la terza e non tirare, fintando il tiro per costringere il corridore a stare sulla terza base, quindi iniziare la seconda rotazione, fare un passo verso la prima e tirarvi. Questa azione è legale. Tuttavia se con corridori in prima e terza base, il lanciatore mentre è a contatto con la pedana fa un passo verso la terza e quindi immediatamente e praticamente con lo stesso movimento ruota su se stesso e tira in prima base, si tratta evidentemente di un tentativo di ingannare il corridore in prima base e con questo movimento è praticamente impossibile fare un passo direttamente verso la prima base prima di effettuare il tiro e quindi sarà chiamato fallo (balk). Naturalmente se il lanciatore esce dalla pedana ed effettua tale movimento, non si tratta di fallo (balk).
il lanciatore, mentre tocca la pedana, tira o finge il tiro ad una base non occupata se non allo scopo di fare un gioco ;
il lanciatore effettua un lancio illegale;
Un rilancio immediato è un lancio illegale. L'arbitro giudicherà se si tratta di un rilancio immediato quando la palla viene rilasciata prima che il battitore abbia avuto un tempo ragionevole per disporsi nel box di battuta. Con corridori in base, la penalità prevista è un fallo (balk) ; con nessun corridore in base è un ball. Un rilancio immediato è pericoloso e non dovrebbe essere permesso.
il lanciatore lancia la palla al battitore mentre non è rivolto verso il battitore stesso;
il lanciatore fa un qualsiasi movimento naturalmente associato al lancio mentre non tocca la pedana;
il lanciatore ritarda inutilmente la partita.
il lanciatore, senza essere in possesso della palla, sta sulla pedana o a cavallo della stessa o mentre è fuori pedana finge un lancio;
il lanciatore, dopo aver assunto la posizione legale di lancio, toglie una mano dalla palla se non allo scopo di effettuare realmente un lancio o di tirare ad una base;
il lanciatore, mentre tocca la pedana, lascia cadere, accidentalmente od intenzionalmente, la palla;
il lanciatore, mentre concede intenzionalmente una base su ball, lancia quando il ricevitore non è nel suo box;
il lanciatore esegue un lancio dalla posizione fissa senza fermarsi completamente.
PENALITÀ: la palla è morta e ogni corridore avanza di una base senza pericolo di essere eliminato a meno che il battitore raggiunga la prima base su battuta, errore, base su ball, battitore toccato o altrimenti, e tutti gli altri corridori siano avanzati di almeno una base: in tal caso il gioco procede senza riferimento al fallo.
NORMA APPROVATA: qualora un lanciatore commetta un fallo ed effettui un tiro pazzo ad una base o a casa base, i corridori o il corridore possono avanzare, a proprio rischio, oltre la base alla quale hanno diritto.
NORMA APPROVATA: un corridore che omette di toccare la base più vicina verso la quale sta avanzando e che viene eliminato su appello, deve essere considerato come avanzato di una base agli effetti di questa regola.
Gli arbitri devono tenere a mente che lo scopo della regola del fallo è di impedire al lanciatore di ingannare deliberatamente i corridori in base. Se c'è un dubbio nella mente dell'arbitro, l'intenzione del lanciatore avrà valore. Tuttavia alcuni casi specifici vanno tenuti a mente.
a) stare a cavallo sulla pedana senza la palla deve essere interpretato come un'intenzione di ingannare e chiamato fallo;
b) con un corridore in prima base il lanciatore può fare una girata completa senza esitazione verso la prima base, e tirare in seconda. Questo non deve essere interpretato come un tiro ad una base non occupata.

8.06
La F.l.B.S. adatta la seguente regola riguardante i colloqui del manager o di un suggeritore con il lanciatore:
questa regola limita il numero di volte che un manager o suggeritore può utilizzare per recarsi presso ciascun lanciatore nel corso di ciascuna ripresa;
una seconda visita allo stesso lanciatore nel corso della medesima ripresa causa la rimozione automatica di quel lanciatore (dalla partita);
al manager o ad un suggeritore è vietato fare una seconda visita sul monte del lanciatore mentre è alla battuta lo stesso giocatore;
se tuttavia un sostituto battitore rimpiazza questo battitore, il manager o un suggeritore possono effettuare una seconda visita sul monte, ma in questo caso devono sostituire il lanciatore. Si considera che un manager o un suggeritore abbia concluso la visita sul monte quando egli esce dal cerchio di m. 2,75 di raggio che circonda la pedana del lanciatore.
Se il manager o il suggeritore va dal ricevitore o da un interno e quel giocatore poi va sul monte o il lanciatore va da lui nella sua posizione prima che ci sia un gioco (un lancio o altro) ci sarà lo stesso che se il manager o il suggeritore fossero andati sul monte. Ogni tentativo di evadere o sfuggire questa regola da parte del manager o del suggeritore, che vada dal ricevitore o da un interno e quel giocatore va sul monte a conferire col lanciatore costituirà una visita sul monte.
Se il suggeritore va sul monte e sostituisce un lanciatore e successivamente il manager va sul monte a parlare con il nuovo lanciatore, essa costituirà una visita al nuovo lanciatore in quell'inning.
Nel caso in cui il manager abbia già fatto la sua prima visita al monte e poi ritorni sul monte per la seconda volta nello stesso inning con lo stesso lanciatore e lo stesso battitore alla battuta, dopo essere stato avvertito dall'arbitro che non poteva ritornare sul monte, il manager sarà allontanato dalla partita e il lanciatore sarà tenuto a lanciare a quel battitore anche questi è eliminato o arriva in base.
Dopo che il battitore è eliminato o diventa corridore il lanciatore sarà rimosso dalla partita. Il manager dovrà essere avvisato che il suo lanciatore sarà rimosso dalla partita dopo che avrà lanciato ad un battitore, affinché possa scaldare un sostituto lanciatore.
Al sostituto lanciatore verranno concessi otto lanci preparatori o più se a giudizio dell'arbitro le circostanze lo giustificano.

8.06
La F.l.B.S. adotta la seguente regola riguardante i colloqui del manager o di un suggeritore con il lanciatore vicino alle linee del foul.
Questa regola limita il numero di volte che un manager o suggeritore può utilizzare per recarsi presso ciascun lanciatore nel corso di ciascuna ripresa.
Una terza visita allo stesso lanciatore nel corso della medesima ripresa causa la rimozione automatica di quel lanciatore
Al manager o ad un suggeritore è vietato fare una terza visita sul monte del lanciatore mentre alla battuta lo stesso giocatore. Un manager o un suggeritore non può parlare con nessun altro difensore o ricevitore può essere presente al colloquio del manager o suggeritore con il lanciatore.
Norme specifiche per la categoria "Ragazzi"
I Giocatori
L'età dei giocatori di questa categoria e riportato nella Circolare Attività Agonistica Federale.
Il Presidente della Società deve certificare, sotto la sua responsabilità, dell'età di ciascun giocatore.
Ciascun giocatore deve presentare all'arbitro prima della gara, documenti inconfutabili sulla propria età.
I Lanciatori
Qualunque giocatore della squadra può lanciare.
Se un giocatore lancia meno di 4 inning, deve osservare un giorno solare di riposo.
Se il giocatore lancia per 4 inning o più inning, deve osservare 3 giorni solari di riposo.
Un giocatore può lanciare per un massimo di 6 inning per settimana, da domenica a sabato.
L'effettuazione di un solo lancio deve essere considerato come se il giocatore avesse lanciato per 1 inning.
Esempio
Giorno in cui lancia può lanciare
4 o più inning: nuovamente il:
Domenica Giovedì
Lunedì Venerdì
Martedì Sabato
Mercoledì Domenica
Giovedì Lunedì
Venerdì Martedì
Sabato Mercoledì
Un giocatore una volta rimosso come lanciatore non può lanciare nuovamente nella stessa gara
Calendario di gioco
a) Nessuna squadra può giocare due gare nello stesso giorno (vedi Reg. 4.12)
Se nello stesso campo e nello stesso giorno vengono giocate due gare che coinvolgono quattro squadre,
la prima gara deve essere completata prima dell'inizio della seconda gara (Eccezione: vedi Reg. 4.12)
Gare in notturna
a) Dopo il tramonto possono essere giocate anche gare con luce artificiale. In ogni caso nessun inning deve iniziare dopo le 10 00 p.m.;
b) Le luci artificiali per le gare della Categoria Ragazzi debbono avere i minimi standard approvati dalla F.I.B.S
Premi
Nessun premio deve essere assegnato sulla base di risultati agonistici dovuti a doti o qualità tecniche.
NOTA: certificati di partecipazione, foto, medaglie o distintivi di poca spesa sono sufficienti per ricordare la manifestazione.
Norme riguardanti il campo
a. Solamente a giocatori in uniforme, fotografi, managers, coaches, ed arbitri sarà permesso entrare nel terreno di gioco prima e durante la gara.
Non sono permessi bat-boy o bat-girl.
Quando la squadra è in battuta tutti i giocatori debbono stare nel dug-out o nel bull-pen ad eccezione del battitore, del prossimo battitore, dei corridori, e dei suggeritori di 1a e di 3a base.
Quando la squadra è schierata in difesa, tutti i rimanenti giocatori debbono stare in panchina o nel bull-pen.