Il Battitore

6.00 Il battitore

6.01
Ogni giocatore della squadra all'attacco deve battere secondo l'ordine in cui il suo nome appare nell'ordine di battuta della propria squadra.
Il primo battitore di ogni ripresa dopo la prima è quel giocatore il cui nome segue quello dell'ultimo giocatore che ha legalmente completato il suo turno alla battuta nella ripresa precedente.

6.02
Il battitore deve prendere prontamente posizione nel box quando è giunto il suo turno di battuta.
Il battitore non deve abbandonare il suo posto nel box dopo che il lanciatore ha assunto la posizione fissa o ha iniziato il caricamento.
PENALITÀ: se il lanciatore effettua il lancio, l'arbitro chiamerà "ball" o "strike" a seconda del caso.
Il battitore esce dal box con il rischio che gli venga lanciato e chiamato uno strike a meno che non chieda all'arbitro di chiamare "tempo". Il battitore non è libero di entrare ed uscire dal box a suo piacimento. Una volta che il battitore ha preso posizione nel box non gli sarà permesso di uscirne per usare il sacchetto o lo straccio della resina, a meno che ci sia un ritardo nell'azione di gioco o nel giudizio degli arbitri le condizioni meteorologiche permettano una eccezione.
Gli arbitri non chiameranno tempo a richiesta del battitore o di un membro della sua squadra una volta che il lanciatore ha iniziato il caricamento o ha raggiunto la posizione fissa anche se il battitore dichiara "polvere negli occhi", "occhiali appannati", "non ho visto i segnali" e per qualsiasi altra causa. Gli arbitri possono chiamare tempo a richiesta del battitore una volta che egli sia nel box, ma di arbitri devono impedire al battitore di uscire dal box senza motivo. Se gli arbitri non sono indulgenti, i battitori capiranno che una volta nel box devono restarci finché la palla viene lanciata.
Se il lanciate ritarda con il battitore nel box e l'arbitro ritiene il ritardo non giustificato può permettere al battitore di uscire dal box momentaneamente. Se, dopo che il lanciatore inizia il caricamento o raggiunge la posizione fissa con i corridori in base, egli non termina il lancio perché il battitore é uscito dal box, non potrà essere chiamato un fallo. Sia il lanciatore che il battitore hanno violato una regola e l'arbitro chiamerà tempo e sia il battitore che il lanciatore riprenderanno il gioco come se nulla fosse accaduto.
Se il battitore rifiuta di prendere posto nel box durante il suo turno alla battuta, l'arbitro deve ordinare al lanciatore di lanciare e deve chiamare "strike" ciascuno di tali lanci. Il battitore può prendere posto dopo qualunque di tali lanci e, in tal caso, il conteggio dei ball e degli strike procederà da allora regolarmente ma se egli non entra nel box prima che tre strike siano stati chiamati egli sarà dichiarato eliminato.

6.03
La posizione del battitore è legale quando egli si trova con entrambi i piedi nel box del battitore.
NORMA APPROVATA: Le linee che delimitano il box devono intendersi comprese nel box stesso.

6.04
Un battitore ha completato legalmente il suo turno alla battuta quando viene eliminato o diventa corridore.

6.05
UN BATTITORE E' ELIMINATO QUANDO:
la sua battuta buona o foul (esclusa la sprizzata foul) viene legalmente presa al volo da un difensore;
il terzo strike è legalmente preso dal ricevitore.
"LEGALMENTE PRESO" significa che la palla va nel guanto del ricevitore prima di toccare il terreno. Non è una presa legale quando una palla si incastra fra i suoi indumenti od il suo equipaggiamento o se essa colpisce l'arbitro ed é presa dal ricevitore di rimbalzo. Se una sprizzata foul prima colpisce il guanto del ricevitore e quindi è presa con entrambe le mani contro il suo corpo o pettorina prima che la palla tocchi il terreno, è uno strike, e se è il terzo strike, il battitore è eliminato. Se viene bloccata contro il corpo o la pettorina, la presa è valida purché la palla abbia in precedenza toccato il guanto o la mano del ricevitore.
il terzo strike non è preso dal ricevitore quando la prima base è occupata prima che vi siano due eliminati;
per un terzo strike preso o non preso dal ricevitore;
smorza foul al terzo strike;
viene chiamata una volata interna;
egli tenta di battere un terzo strike e la palla lo tocca;
la sua palla battuta buona lo tocca prima di aver toccato un difensore;
dopo aver battuto o smorzato una palla buona, la sua mazza colpisce una seconda volta la palla su territorio buono. La palla è morta e nessun corridore può avanzare. Se il battitore-corridore lascia cadere la mazza e la palla vi si rotola contro in territorio buono, e a giudizio dell'arbitro, non vi era in ciò alcuna intenzione di interferenza con il percorso della stessa, la palla resta viva e in gioco;
Se una mazza si rompe e una parte di essa si trova in territorio buono ed è colpita da una palla battuta o una parte di essa colpisce un corridore o un difensore, il gioco continua e nessuna interferenza viene chiamata. Se la palla battuta colpisce una parte della mazza rotta in territorio foul, è un foul.
Se una mazza intera è gettata in territorio buono e interferisce con un difensore che tenta di fare un gioco verrà chiamata l'interferenza, sia il fatto intenzionale o meno.
Nel caso in cui l'elmetto del battitore accidentalmente colpito da una palla battuta o tirata, la palla rimane in gioco come se non avesse colpito l'elmetto.
Se una palla battuta colpisce un elmetto di battuta o qualunque altro oggetto estraneo al terreno in territorio foul è una palla foul e la palla è morta.
Se, a giudizio dell'arbitro, c'è l'intenzione da parte di un corridore di interferire con una palla battuta o tirata lasciando cadere l'elmetto o gettandolo verso la palla allora il corridore sarà eliminato, la palla è morta e i corridori ritorneranno all'ultima base legalmente toccata.
abrogato.
dopo aver battuto o smorzato in foul una palla egli correndo verso la prima base, intenzionalmente devia in qualunque maniera la traiettoria della palla. La palla è morta e nessun corridore può avanzare.
dopo un terzo strike o dopo una sua battuta buona, il battitore stesso o la prima base sono toccati prima che egli riesca a raggiungerla;
dopo aver battuto una palla buona, il battitore-corridore o la prima base sono toccati prima che quel battitore-corridore tocchi la prima base;
nel percorrere la seconda metà della distanza fra casa base e prima base, mentre la palla viene giocata, in prima, egli corre fuori (a destra) della corsia del corridore o all'interno (a sinistra) della linea del foul e, a giudizio dell'arbitro nel far ciò interferisce con il difensore che sta ricevendo il tiro in prima base, con l'eccezione che può correre fuori (a destra) della corsia del corridore o all'interno (a sinistra) della linea del foul per evitare un difensore che sta tentando la presa di una palla battuta;
un interno lascia intenzionalmente cadere una volata o una radente quando la prima base, o prima e seconda, o prima e terza, o prima e seconda e terza base sono occupate, prima che vi siano due eliminati. La palla è morta e il corridore o i corridori devono ritornare alla loro base o basi originali.
NORMA APPROVATA: in questa situazione il battitore non è eliminato se l'interno lascia che la palla cada a terra senza prima toccarla, salvo quando si applica la regola della volata interna;
un corridore che lo precede, a giudizio dell'arbitro intenzionalmente interferisce con un difensore che sta tentando la presa di una palla tirata o sta tirando la palla nell'intento di completare qualsiasi gioco;
Lo scopo di questa regola e di penalizzare la squadra attaccante per l'ingiustificata ed antisportiva azione di un corridore che lascia la linea delle basi, con l'evidente proposito di scontrarsi con l'uomo di perno di un doppio gioco, piuttosto che tentare di raggiungere la base. Evidentemente questa è una azione il cui giudizio spetta all'arbitro.
con due eliminati, un corridore in terza base e due strike sul battitore, il corridore tenta di rubare casa base su un lancio legale e la palla tocca il corridore stesso nella zona dello strike. L'arbitro deve chiamare strike tre, il battitore è eliminato e il punto non dovrà essere convalidato; prima che vi siano due eliminati l'arbitro chiamerà strike tre, la palla è morta ed il punto conta.

6.06
UN BATTITORE E' ELIMINATO PER AZIONE ILLEGALE QUANDO:
effettua una battuta avendo uno od entrambi i piedi posati a terra, completamente fuori dal suo box.
Se un battitore batte una palla buona o foul mentre è fuori dal box dovrà essere eliminato. Gli arbitri devono prestare particolare attenzione alla posizione dei piedi del battitore se cerca di battere la palla mentre gli viene concessa intenzionalmente la prima base. Un battitore non può saltare fuori o fare un passo fuori dal suo box e colpire la palla.
passa dall'uno all'altro box del battitore mentre il lanciatore è in posizione pronto a lanciare;
uscendo dal box di battuta o facendo un qualsiasi movimento, interferisce con il ricevitore che sta prendendo o tirando una palla, impedendogli così il gioco a casa base.
ECCEZIONE: il battitore non è eliminato se qualsiasi corridore che sta avanzando viene eliminato o se il corridore che cerca di segnare il punto è eliminato per l'interferenza del battitore.
Se il battitore interferisce con il ricevitore, l'arbitro di casa base dovrà chiamare l'interferenza. Il battitore è eliminato e la palla è morta. Nessun corridore può avanzare su tale interferenza (interferenza offensiva) e tutti i corridori devono tornare all'ultima base che avevano, a giudizio dell'arbitro, legalmente toccata al momento dell'interferenza.
Se, tuttavia, il ricevitore fa un gioco e un corridore che tenta di avanzare viene eliminato, si presume che non c'è stata una vera interferenza e quel corridore sarà eliminato, non il battitore. Ogni altro corridore in base può avanzare dal momento che non vi è interferenza se un corridore viene eliminato. In questo caso il gioco procede come se non fosse stata chiamata nessuna violazione.
Se un battitore tenta di colpire una palla e la manca e gira la mazza così forte da far compiere ad essa una completa rotazione e a giudizio dell'arbitro colpisce incidentalmente il ricevitore o la palla dietro di lui nel completamento della sventolata, prima che il ricevitore abbia sicuro possesso della stessa, sarà chiamato solo strike (non interferenza). La palla sarà morta e nessun corridore potrà avanzare.
Usa o tenta di usare una mazza che a giudizio dell'arbitro sia stata modificata o alterata per aumentare il fattore di distanza o determinare una reazione innaturale sulla palla. Questa norma comprende le mazze che siano state riempite, la cui superficie sia stata appiattita, chiodate, svuotate, rigate o ricoperte con sostanze quali paraffina, cera ecc. Non sarà consentito di avanzare sulle basi e ogni eliminazione compiuta durante un gioco rimane convalidata.
Oltre ad essere eliminato, il giocatore sarà espulso e potrà essere soggetto ad ulteriori sanzioni previste dalla F.I.B.S.

6.07
BATTITORE FUORI TURNO:
Un battitore deve essere eliminato, su appello, quando non batte al suo turno ed un altro battitore completa il turno alla battuta al suo posto;
il battitore regolare può entrare al posto del battitore irregolare in qualsiasi momento, purché lo faccia prima che quest'ultimo diventi corridore o sia eliminato. Il conto dei ball e degli strike raggiunto fino a
quel momento dal battitore irregolare viene assunto dal battitore regolare.
Quando un battitore irregolare diventa corridore o è eliminato e la squadra in difesa si appella all'arbitro, prima che venga effettuato un gioco o un tentativo di gioco, o prima che il primo lancio sia effettuato ad un qualsiasi battitore successivo dell'una o dell'altra squadra, l'arbitro deve:
dichiarare eliminato il battitore regolare e
annullare ogni avanzata o punto realizzati per effetto della battuta del battitore irregolare o perché tale battitore giunge in prima base su battuta, errore, base su ball, battitore colpito o qualsiasi altra causa.
NOTA: se mentre il battitore irregolare è alla battuta un corridore avanza per base rubata, fallo, lancio pazzo o palla mancata, la sua avanzata è legale.
Quando un battitore irregolare diventa corridore od è eliminato e viene effettuato un lancio ad un qualsiasi battitore successivo prima che l'appello sia fatto, tale battitore diventa regolare ed i risultati del suo turno alla battuta diventano legali.
Quando il battitore regolare è eliminato perché ha omesso di battere al proprio turno, il prossimo battitore è colui il cui nome segue quello del battitore regolare dichiarato eliminato;
quando un battitore irregolare diventa regolare perché non viene fatto appello prima del successivo lancio, il prossimo battitore deve essere colui il cui nome segue quello del battitore irregolare diventato regolare. Nel momento in cui le azioni del battitore irregolare diventano legali, l'ordine di battuta prosegue con il battitore, il cui nome segue quello del battitore irregolare diventato regolare:
L'arbitro non deve richiamare l'attenzione di chiunque sulla presenza nel box di un battitore irregolare. Questa regola è concepita per esigere la costante vigilanza da parte dei giocatori e managers di entrambe le squadre.
Ci sono due cose fondamentali da tenere a mente: quando un giocatore batte fuori turno, il battitore regolare è il giocatore eliminato. Se un battitore irregolare batte e raggiunge la base o è eliminato e nessun appello viene fatto prima di un lancio al successivo battitore o prima di un gioco o di un tentativo di gioco si considera che quel battitore irregolare ha battuto nel turno regolare e stabilisce l'ordine che dovrà essere seguito.
NORME APPROVATE: Per chiarire le varie situazioni che possono insorgere a causa di un battitore fuori turno, presumiamo che dalla prima ripresa l'ordine di battuta sia il seguente: Angelo - Bruno - Carlo - Dario - Elio - Fausto - Gianni - Ippolito - Leone.
GIOCO: (1) Alla battuta Bruno. Quando egli ha due ball ed uno strike: a) la squadra in attacco si accorge dell'errore o la squadra in difesa si appella. NORMA: in entrambi i casi Angelo prende il posto di Bruno con due ball e uno strike.
GIOCO: (2): Bruno batte un "doppio". La squadra in difesa s'appella: a) immediatamente o b) dopo un lancio a Carlo. NORMA: a) Angelo è dichiarato eliminato e Bruno è il battitore regolare; b) Bruno rimane in seconda e Carlo è il battitore regolare.
GIOCO: (3) Angelo e Bruno vanno in base su ball. Carlo fa eliminare Bruno su gioco forzato. Elio batte (fuori turno) al posto di Dario. Mentre Elio è alla battuta. Angelo segna il punto e Carlo raggiunge la seconda base su lancio pazzo. Elio batte una rimbalzante ed è eliminato in prima base ma fa avanzare Carlo in terza base. La squadra in difesa si appella: a) immediatamente o b) dopo un lancio a Dario. NORMA: a) il punto di Angelo conta e Carlo è autorizzato a stare in seconda base giacché il loro avanzare non è avvenuto perché il battitore irregolare ha battuto o è giunto in prima base. Carlo deve ritornare in seconda base perché avanzato alla terza base per la battuta del battitore irregolare. Dario è eliminato ed Elio diventa il battitore regolare: b) il punto di Angelo conta e Carlo rimane in terza base. Il battitore regolare Fausto.
GIOCO: (4) Con tutte le basi occupate e due eliminati, Ippolito batte al posto di Fausto un triplo e vengono segnati tre
punti. La squadra in difesa s'appella: a) immediatamente o b) dopo un lancio a Gianni. NORMA: a) Fausto è dichiarato eliminato e nessun punto conta. Gianni t il regolare battitore che inizierà la seconda ripresa; b) Ippolito rimane in terza ed i tre punti sono validi. Leone è il battitore regolare.
GIOCO: (5) proseguendo il gioco 4 b) Gianni continua a battere. a) Ippolito collo fuori base è il terzo eliminato o b) Gianni è eliminalo al volo e non viene fatto appello. Quale è il regolare battitore che inizierà la seconda ripresa? NORMA: a) Leone. Egli diventa il regolare battitore non appena avviene il primo lancio a Gianni che legalizza il triplo di Ippolito; b) Ippolito. Quando non viene fatto appello, il primo lancio al battitore che inizia la nuova ripresa legalizza il turno alla battuta di Gianni.
GIOCO: (6) Dario va in base su ball ed Angelo va a battere. Dato che Dario era un battitore fuori turno, se viene fatto l'appello prima del lancio ad Angelo, Angelo è eliminato, Dario viene rimosso dalla base e Bruno diventa il battitore regolare. L'appello non viene fatto e viene effettuato un lancio ad Angelo. L'avanzata di Dario risulta pertanto legalizzata ed Elio diventa il battitore regolare. Elio può sempre prendere il posto di Angelo purché lo faccia prima che quest'ultimo sia eliminato o divenga corridore. Elio non lo fa, Angelo batte ed eliminato al volo; viene a battere Bruno. Angelo era un battitore irregolare e se viene fatto appello prima del lancio a Bruno, Elio è eliminato e battitore regolare diventa Fausto. Non vi è alcun appello ed un lancio viene effettuato a Bruno. L'eliminazione di Angelo è ora legalizzata ed il battitore regolare è ora Bruno. Bruno ottiene la base su ball. Carlo diventa il battitore regolare e viene eliminato al volo. Ora Dario è il battitore regolare ma egli, per il susseguirsi delle azioni descritte, si trova in seconda base: chi , a questo punto, il battitore regolare? NORMA: il battitore regolare è Elio. Quando il battitore si trova già sulle basi, il suo turno alla battuta viene saltata e battitore regolare diventa pertanto quello che lo segue nell'ordine di battuta.

6.08
IL BATTITORE DIVENTA CORRIDORE ED HA DIRITTO ALLA PRIMA BASE, SENZA PERICOLO Dl ESSERE ELIMINATO (PURCHÉ EGLI AVANZI E TOCCHI LA PRIMA BASE) QUANDO:
L'arbitro ha chiamato quattro balls;
Un battitore a cui è assegnata la prima base a causa di una base su balls deve andare in prima base e toccarla prima che gli altri corridori siano forzati ad avanzare. Questo si applica quando le basi sono piene e si applica quando un sostituto corridore entra in gioco. Se nell'avanzare il corridore pensa che ci sia un gioco e scivola oltre la base, prima o dopo averla toccata, egli può essere eliminato per toccata. Se omette di toccare la base a cui è assegnato e tenta di avanzare oltre quella base può essere eliminato toccando lui o al base saltata.
viene toccato da una palla lanciata che non ha tentato di battere a meno che:
la palla sia nella zona dello strike quando tocca il battitore;
il battitore non compia alcun tentativo per evitare di essere toccato dalla palla
Se la palla è nella zona dello strike quando tocca il battitore, essa dev'essere giudicata "strike" a prescindere che il battitore tenti o meno di evitare di essere toccato dalla stessa. Se la palla è fuori dalla zona dello strike quando tocca il battitore e lo stesso non ha fatto alcun tentativo per evitare di essere toccato, essa deve essere chiamata "ball".
NORMA APPROVATA: quando il battitore è toccato da una palla lanciata che non gli da diritto alla prima base, la palla diventa morta e nessun corridore può avanzare.
Il ricevitore o qualsiasi difensore gli fa interferenza. Se malgrado l'interferenza si attua un gioco, il manager della squadra all'attacco può comunicare all'arbitro capo che egli preferisce rinunciare alla penalità prevista per l'interferenza e accettare il gioco.
Tale scelta deve essere fatta immediatamente alla fine della stessa azione di gioco. Comunque se il battitore raggiunge salvo la prima base per una battuta, un errore, una base su ball, battitore colpito, o in altro modo, e tutti gli altri corridori avanzano almeno di una base, il gioco procederà senza riferimento all'interferenza.
Se l'interferenza del ricevitore viene chiamata con un gioco in atto l'arbitro lascerà continuare il gioco poiché il manager può scegliere di accettare il gioco. Se il battitore-corridore omette di toccare la prima base o un corridore omette di toccare la sua base successiva si considererà che abbia raggiunto la base come stabilito nella nota alla regola 7.04 d).
Esempi di gioco che il manager può scegliere:
1) corridore in terra, un eliminato. Il battitore batte una volata esterna sulla quale il corridore segna ma viene chiamata l'interferenza del ricevitore. Il manager della squadra in attacco può scegliere di tenere il punto e il battitore eliminalo o il corridore in terza e il battitore in prima base di diritto;
2) corridore in seconda, il ricevitore interferisce con il battitore mentre con una smorzata di sacrificio manda il corridore in terza. Il manager può scegliere di avere un corridore in terza base con un eliminato o avere un corridore in seconda base e uno in prima base.
Nelle situazioni in cui il manager. vuole che la penalità dell'interferenza venga applicata verrà fatta la seguente interpretazione della 6.08 c).
Se il ricevitore (o qualsiasi difensore) interferisce con il battitore, al battitore verrà assegnata la prima base. Se, su tale
interferenza un corridore tenta di segnare con una rubata o un gioco spremuto dalla terza base, la palla è morta, e il corridore in terza base segna e al battitore è assegnata la prima base. Se il ricevitore interferisce con il battitore con nessun corridore che tenti di avanzare dalla terza su rubata o gioco spremuto allora la palla è morta, al battitore viene assegnata la prima base e i corridori che sono forzati ad avanzare avanzano. I corridori che non tentano di rubare o non sono forzati ad avanzare rimangono sulla base che occupavano al momento dell'interferenza.
Se il ricevitore interferisce con il battitore prima che il lanciatore lanci la palla non verrà considerata interferenza al battitore secondo la regola 6.08 c). In questo caso l'arbitro chiamerà "tempo" e il lanciatore e il battitore riprendono il gioco come se nulla fosse avvenuto.
Una palla battuta buona tocca un arbitro o un corridore su territorio buono prima di toccare un difensore. Se una palla buon tocca un arbitro dopo aver oltrepassato un difensore, escluso il lanciatore, o dopo aver toccato un difensore, incluso il lanciatore, la palla è in gioco.

6.09
IL BATTITORE DIVENTA CORRIDORE QUANDO:
effettua una battuta buona;
il terzo strike chiamato dall'arbitro non è preso purché: 1) la prima base sia libera o 2) la prima base sia occupata e vi siano due eliminati,
Quando un battitore diventa corridore su un terzo strike non preso dal ricevitore si avvia verso la sua panchina o verso la sua posizione difensiva e in un secondo momento si rende conto della situazione e cerca di raggiungere la prima base, non è eliminato a meno che egli o la prima base siano toccati prima che lui raggiunga la prima base. Se invece ha effettivamente raggiunto la panchina o i gradini della panchina, non può tentare di arrivare in prima base ed eliminato.
Abrogato
una palla battuta buona, dopo aver oltrepassato un difensore, escluso il lanciatore, o dopo essere stata toccata da un difensore, incluso il lanciatore, tocca un arbitro o un corridore su territorio buono;
una volata buona esce dal campo di gioco ed una distanza minima da casa base di m. 76,20. Tale battuta dà diritto al battitore ad una battuta-punto se egli avrà legalmente toccato tutte le basi. Una volata buona che esce dal campo di gioco ad una distanza inferiore ai m. 76,20 da casa base dà diritto al battitore di avanzare solo fino alla seconda base;
una palla battuta buona, dopo aver toccato il terreno, rimbalza nelle tribune, passa attraverso, sopra o sotto un recinto; passa sotto o attraverso il tabellone del punteggio, siepi, arbusti o piante, qualora facciano parte del recinto stesso. In tal caso il battitore ed i corridori hanno diritto di avanzare di due basi;
qualsiasi palla battuta buona, sia prima che dopo aver toccato il terreno, passa attraverso o sotto un recinto o il tabellone del punteggio; attraverso una qualsiasi apertura del recinto o del tabellone del punteggio; attraverso o sotto le siepi arbusti o piante del recinto; s'incastra nella recinzione o nel
tabellone del punteggio. In tal caso il battitore ed i corridori hanno diritto di avanzare di due basi.
qualsiasi palla battuta buona rimbalzante è deviata da un difensore entro le tribune o sopra o sotto un recinto su territorio buono o foul. In tal caso il battitore e tutti i corridori hanno diritto di avanzare di due basi;
una volata buona viene deviata da un difensore il pubblico o sopra un reticolato in territorio foul, nel qual caso il battitore avrà diritto ad avanzare fino alla seconda base, ma se viene deviata tra il pubblico o sopra un reticolato interno in territorio buono, il battitore avrà diritto solo a due basi. NOTA: se la palla viene deviata al di sotto della recinzione il battitore avrà diritto solo a due basi.
qualsiasi volata buona è deviata da un difensore entro le tribune o al di là di un recinto foul, nel qual caso il battitore ha diritto di avanzare sino alla seconda base; per se la palla è deviata entro le tribune o al di là di un recinto in territorio buono il battitore ha diritto ad una battuta punto. Comunque se tale volata buona è deviata ad una distanza inferiore a m. 76,20 da casa base, il battitore ha diritto a due sole basi.

6.10
La F.I.B.S. potrà stabilire l'applicazione della regola del Battitore Designato.
in caso di competizioni fra squadre di Società appartenenti a Federazioni (Leghe) che applicano la regola del battitore designato a squadre di Società appartenenti a Federazioni (Leghe) che non applicano la regola del Battitore Designato, la regola sarà applicata come segue:
in partite di esibizione la regola sarà applicata o meno a seconda di quanto applicato normalmente dalla squadra di casa;
nelle partite "All Star" sarà applicata solo se entrambe le squadre e entrambe le Federazioni (Leghe) concordino sull'applicazione della Regola.
La regola stabilisce quanto segue: un battitore può essere designato per battere in sostituzione del lanciatore partente e degli altri successivi lanciatori in ciascuna partita con ci senza influire sulla posizione del lanciatore o dei lanciatori nella partita.
Un Battitore Designato per il lanciatore deve essere indicato prima dell'inizio della partita e deve essere incluso nell'ordine di battuta presentato all'arbitro capo.
Il Battitore Designato indicato nell'ordine di battuta iniziale deve presentarsi alla battuta almeno una volta, a meno che la squadra avversaria cambi i lanciatori.
Non è obbligatorio per una squadra designare un battitore per il lanciatore ma la mancata indicazione prima dell'inizio della partita preclude la possibilità di usare il Battitore Designato per quella partita. E' possibile usare un sostituto battitore per il Battitore Designato. Il sostituto del Battitore Designato diventa il Battitore Designato. Un Battitore Designato che sia stato sostituito non può rientrare in gioco.
Il Battitore Designato può essere utilizzato in posizione difensiva continuando a battere nello stesso ordine di battuta ma il lanciatore deve prendere in battuta il posto del difensore rimpiazzato a meno che non siano effettuate più di una sostituzione nel qual caso il manager deve indicare i rispettivi posti nell'ordine di battuta.
Un corridore di rilievo può sostituire il Battitore Designato nel qual caso tale corridore assume il ruolo di Battitore Designato. Un Battitore Designato non può sostituire un corridore. Un Battitore Designato è vincolato alla sua posizione nell'ordine di battuta.
Non potranno essere effettuate sostituzioni multiple che alterino la rotazione in battuta del Battitore Designato.
Nel caso in cui un lanciatore sia spostato dal monte di lancio in un'altra posizione difensiva cesserà l'utilizzazione del
Battitore Designato per il resto della partita. Se un sostituto battitore batte per qualsiasi giocatore nell'ordine di battuta e successivamente entra a lanciare, questo farà cessare l'utilizzazione del Battitore Designato per il resto della partita.
Se il lanciatore batte per il Battitore Designato questo determinerà la cessazione dell'utilizzazione del Battitore Designato per il resto della partita. (Il lanciatore della partita può battere come sostituto solo per il Battitore Designato).
Se un Battitore Designato assume una posizione difensiva questo spostamento farà cessare il suo ruolo di Battitore Designato per il resto della partita.
Non è necessario che venga annunciata la sostituzione del Battitore Designato fino a quando non è il turno alla battuta del Battitore Designato.