L'Arbitro

9.00 L'arbitro

9.01
L'Organo Federale competente deve designare uno o più arbitri per dirigere una partita. Gli arbitri sono responsabili dello svolgimento della partita, che deve aver luogo in ottemperanza a questo regolamento, e del mantenimento della disciplina e dell'ordine sul terreno di gioco durante l'incontro stesso.
Ogni arbitro è il rappresentante della F.l.B.S. ed è autorizzato ed obbligato a far rispettare tutto il regolamento. Ognuno di essi ha l'autorità di imporre a giocatori, suggeritori, manager, addetti o dirigenti, l'ordine di fare e di non fare qualsiasi cosa che influisca sull'applicazione del regolamento o di applicare le penalità prescritte.
Ogni arbitro ha il potere di prendere delle decisioni su quei punti che non siano specificatamente chiariti e previsti dal regolamento.
Ogni arbitro ha l'autorità di espellere o far allontanare dal terreno di gioco qualsiasi giocatore, suggeritore, manager o sostituto, per opposizione a decisioni arbitrali o per condotta o linguaggio antisportivi. Se un arbitro espelle un giocatore mentre è in corso un'azione di gioco, tale espulsione non ha effetto fino a che nessuna ulteriore azione è possibile in quel gioco.
Ciascun arbitro a sua discrezione, ha l'autorità di allontanare dal terreno di gioco:
qualsiasi persona che per le sue mansioni è ammessa in campo come massaggiatore, fotografi, giornalisti, radiocronisti, ecc. o
qualsiasi spettatore o altra persona non autorizzata a stare sul terreno di gioco.

9.02
Qualsiasi decisione dell'arbitro che implica un giudizio, quando ad esempio deve essere stabilito se la battuta è buona o foul, se un lancio è strike o ball o se un corridore è salvo o eliminato, è inappellabile. Nessun giocatore, manager, suggeritore o sostituto può sollevare obiezioni sulle decisioni di giudizio.
Non sarà consentito ai giocatori di lasciare la loro posizione in campo o sulle basi né ai managers e ai suggeritori di lasciare la panchina per discutere su decisioni di balls e strikes. Essi debbono essere ammoniti se si avviano verso il piatto per protestare sulla decisione. Se continuano, saranno espulsi dalla partita.
Se sussiste il ragionevole dubbio che una qualsiasi decisione arbitrale sia in contrasto con il regolamento, il manager può reclamare e chiedere l'esatta applicazione delle regole. Tale reclamo deve essere fatto soltanto all'arbitro che ha preso la decisione che si contesta.
Se una decisione viene contestata, l'arbitro che ha preso la decisione può interpellare un altro arbitro prima di prendere la decisione finale. Nessun arbitro potrà criticare, tentare di modificare od interferire con la decisione di un altro arbitro, a meno che ciò non gli sia richiesto dall'arbitro che ha preso la decisione.
Il manager e il ricevitore possono richiedere all'arbitro di casa base di chiedere il giudizio dell'arbitro di base su una mezza sventolata se l'arbitro ha chiamato ball, ma non se l'arbitro ha chiamato strike. Il manager non può lamentarsi per una decisione che ritiene sbagliata ma solo che l'arbitro capo non ha chiesto aiuto agli arbitri sulle basi. Gli arbitri sulle basi debbono essere pronti a rispondere alle richieste dell'arbitro di casa base. I manager non possono protestare su una chiamata di ball strike e facendo finta di chiedere informazioni su una mezza sventolata.
Richiesta di appello su una mezza sventolata può essere richiesta solo su una chiamata di ball e quando richiesto. I'arbitro di casa base deve rivolgersi all'arbitro di base per chiedergli un suo giudizio in merito alla eventuale mezza sventolata.
Se l'arbitro di base riterrà il lancio uno strike, prevarrà il giudizio di strike. I corridori sulle basi debbono essere pronti alla eventualità che l'arbitro di base, in caso di appello, possa cambiare il giudizio di ball in strike nel qual caso il corridore corre il rischio di essere eliminato da un tiro del ricevitore. Anche il ricevitore deve essere pronto in una possibile situazione di rubata se una chiamata di ball è cambiata in
strike dall'arbitro di base su appello dell'arbitro di casa base.
In caso di appello su una mezza sventolata, la palla è in gioco. Su una mezza sventolata se il manager esce per discutere con 1' arbitro di prima base o di terza base e se dopo essere stato ammonito insiste nelle proteste può essere espulso in quanto in questo caso sta discutendo su una chiamata di ball o strike.
Gli arbitri non possono essere cambiati durante la partita, a meno che tale cambio si renda necessario a causa di malore o di infortunio.

9.03
Se c'è un solo arbitro, egli avrà completa giurisdizione nella applicazione del regolamento. Egli può prendere sul campo di gioco la posizione che meglio gli permetta di assolvere il suo compito (usualmente dietro il ricevitore ma talvolta, se vi sono corridori, dietro il lanciatore).
Ogni qualvolta a dirigere una partita sono assegnati più arbitri, uno di essi deve essere designato arbitro capo e arbitri di base gli altri.

9.04
L'arbitro capo deve stare dietro il ricevitore. Egli è usualmente chiamato arbitro al piatto. I suoi doveri sono:
assumere la piena direzione ed essere responsabile della regolare condotta della partita;
chiamare e conteggiare i ball e gli strike;
chiamare e dichiarare le palle buone e quelle foul fatta eccezione per quelle di competenza degli arbitri di base;
prendere tutte le decisioni sul battitore;
prendere tutte le decisioni fatta eccezione per quelle solitamente riservate agli arbitri di base;
decidere se una partita debba essere aggiudicata per forfait;
se è stato fissato un limite di durata, annunciarlo prima che la partita abbia inizio;
se richiesto, dare informazioni al Classificatore Ufficiale circa l'ordine di battuta e le sostituzioni nell'elenco dei giocatori o nell'ordine di battuta;
annunciare, a sua discrezione, qualsiasi regola speciale di campo.
L'arbitro di base può prendere sul campo di gioco quella posizione che a suo giudizio meglio si addice a prendere le decisioni sulle basi. I suoi doveri sono:
prendere tutte le decisioni sulle basi eccetto quelle specificatamente riservate all'arbitro capo;
con autorità pari a quella dell'arbitro capo, chiamare "tempo", i falli, i lanci illegali, nonché lo sfiguramento e lo scolorimento della palla da parte di un qualsiasi giocatore;
aiutare in ogni maniera l'arbitro capo nel far rispettare questo regolamento; fatta eccezione per la facoltà di aggiudicare una partita per forfait, egli ha eguali autorità dell'arbitro capo nell'applicare e far rispettare il regolamento e nel mantenere la disciplina.
Se un'azione di gioco viene giudicata in modo diverso da arbitri diversi, l'arbitro capo deve consultare tutti gli arbitri senza la presenza di manager o giocatori. Dopo di ciò l'arbitro capo (a meno che un altro arbitro sia stato designato dall'Organo Federale competente), basandosi sulla decisione ritenuta più accurata e sulla posizione più idonea degli arbitri interessati, deve determinare quale decisione debba prevalere. Il gioco deve proseguire come se fosse stata presa solo la decisione finale.

9.05
Entro il termine stabilito a partire dalla fine della partita, l'arbitro deve inviare all'Organo Federale competente un rapporto su tutte le violazioni del regolamento e gli altri incidenti degni di menzione, compresi i motivi delle espulsioni e delle ammonizioni di manager, giocatori, suggeritori o massaggiatori.
Quando una qualsiasi persona è espulsa per una trasgressione flagrante, quale l'uso di parole volgari od oscene o il trascendere a vie di fatto contro un arbitro, giocatore, manager, suggeritore o massaggiatore, l'arbitro deve, entro il termine stabilito, inviare un dettagliato rapporto all'Organo Federale competente.
Immediatamente dopo aver ricevuto il rapporto dell'arbitro dichiarante che un manager, suggeritore, giocatore è stato espulso dalla partita l'Organo Federale competente deve stabilire la penalità che, a suo giudizio, ritiene giustificata e ne deve dare immediata comunicazione alla persona interessa ed alla Società per la quale la medesima è tesserata. Nel caso di imposizione di una multa o del mancato pagamento di questa nel termine stabilito dalla notifica, a tale persona e finché la multa non sia stata pagata, sarà inibito di partecipare a qualsiasi partita e di sedere sulla panchina dei giocatori durante la partita medesima.
ISTRUZIONI GENERALI PER GLI ARBITRI